serra orto sinergico

In questi giorni abbiamo montato la serra! Questo ci permetterà il prossimo anno di non avere più problemi per quanto riguarda le gelate tardive e di avere qualche raccolto anticipato. Sarà divertente provare a coltivare con il metodo sinergico-naturale anche in serra. A differenza dell'orto all'aperto questo non sarà con i bancali e la disposizione delle verdure sarà un pò meno "poetica" eliminando curve e fossi, in serra dobbiamo essere più razionali nella disposizione delle aree coltivabili e dei camminamenti per poter sfruttare al meglio ogni centimetro, in serra seguiremo una progettazione più permaculturale.

gruppo corso II livello sinergica

In queste settimane non avevo ancora avuto il tempo di raccontarvi del corso di secondo livello di Agricoltura Sinergica a cui ho partecipato, il corso si è tenuto dal 17 al 20 Maggio, 4 giorni full immersion a Gassino Torinese, presso gli orti sinergici di Ortocampo e gli insegnanti erano niente meno che Antonio de Falco, Luciano Mastroleo e Alessio Mancin.

biscia grigia

E' emozionante constatare che quello che spesso si legge nei libri è vero, ovvero che quando un territorio viene lasciato alla natura con il passare del tempo la biodiversità aumenta, prima arrivano insetti e piante colonizzatrici e poi arrivano altre forme di vita. E la cosa più bella è vederlo avvenire sotto ai propri occhi, sembra quasi una magia, prima intravedi i dannosi (per le ortive) insetti fitofagi, lumache, topolini e poi richiamati da chissà dove arrivano i predatori e quindi inizi a vedere centinaia di ragni diversi, coccinelle, cantharidi, vespe, lucertole ecc... tutti si nutrono degli animali che per noi sono nocivi e ieri sera come per magia ho visto una biscia veramente grande, sarà stata all'incirca lunga più di un metro e del diametro di un centimetro e mezzo nella parte più spessa.

sementi biologiche
Le sementi che utilizziamo nel nostro orto sinergico sono tutte bio
della Sativa o di Bioseme, quelle a germinazione più facile le seminiamo direttamente in campo (legumi, zucchine, spinaci, bietole) mentre quelle più delicate, grazie ad un prezioso suggerimento di Cristina Miscali, le abbiamo portate al Centro Diurno Pin Bevione di Vezza d’Alba, loro da anni, insieme ai ragazzi del centro, producono i piantini con terriccio di supporto bio.