In piemontese nocciola si dice nisola e il plurale è nisole e la prima cosa che abbiamo fatto nell’orto, è stato piantare una doppia fila di nocciola Tonda Gentile delle Langhe a mò di “siepe” lungo i suoi confini, in modo da delimitarne i contorni con una specie di “boschetto di nocciole”.

Questo boschetto non è solo bello e decorativo ma, come ogni elemento in un orto sinergico, ha almeno una doppia se non tripla funzione, le noccioli innanzitutto sono un prodotto tipico delle langhe, una varietà pregiata di nocciole con tanto di disciplinare, perciò queste piante fanno da confine, producono e quando hanno le foglie proteggono dal vento essendo piante da medio-alto fusto, in piena maturità possono raggiungere i 6/7 metri di altezza.

Un grazie per l’aiuto prezioso nel piantare queste piantine a Fabrizio e a Davide.